difensore tributario consulenza tributaria

Le note spese dei dipendenti possono essere gestite con modalità informatiche

Con la ris. 21.7.2017 n. 96, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che le note spese dei dipen­denti possono essere gestite con modalità completamente informatiche, proce­dendo alla distruzione del documento analogico al termine del processo.

Documenti originali non unici

Di regola il procedimento di dematerializzazione non richiede l’intervento del pubblico ufficiale, come richiesto dall’art. 4 co. 2 del DM 17.6.2014, in quanto i giustificativi allegati alle note spese rappresentano documenti analogici originali non unici in quanto trovano corrispondenza nella contabilità dei cedenti o prestatori tenuti agli adempimenti fiscali.

Documenti originali unici

Ove, tuttavia, il giustificativo non consenta di risalire al suo contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui sia obbligatoria la conservazione, anche se in possesso di terzi, e abbia natura di documento analogico originale unico, la relativa conservazione elettronica necessita dell’intervento del pubblico ufficiale.

L’intervento del pubblico ufficiale è parimenti necessario se i giustificativi sono emessi da soggetti economici esteri di Paesi extra UE con i quali non esiste una reciproca assi­stenza in materia fiscale, in quanto l’Agenzia non ha la possibilità di ricostruire il conte­nuto dei giustificativi attraverso altre scritture o documenti in possesso dei terzi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *