Fattura differita per i professionisti da inviare entro il 15 del mese successivo

Abbiamo già illustrato in un precedente articolo i termini per l’invio delle fatture elettroniche e chiarito anche il concetto del momento di effettuazione dell’operazione.

Se sei un professionista (Avvocato, Commercialista, Psicologo, Architetto etc) quello che vogliamo spiegarti in questo articolo, è che se per la tua normale attività, per farti pagare trasmetti al cliente una nota proforma (o fattura proforma), puoi trasmettere la fattura elettronica allo SDI, entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui hai ricevuto il pagamento.

Stiamo parlando della possibilità di avvalerti della fattura differita per i professionisti, a patto e condizione che preventivamente tu abbia emesso e trasmesso al cliente una nota proforma.

In effetti, tale possibilità è stata chiarita dall’Agenzia delle Entrate con una specifica risposta, che potrai consultare nella nostra guida sulla fatturazione elettronica alla domanda numero 14.

Fattura elettronica immediata del professionista

Se sei un professionista che non ha emesso una nota proforma, all’atto dell’incasso del corrispettivo dovrai emettere la consueta fattura immediata (che dovrai trasmettere al sistema SDI entro 10 giorni dalla data in cui hai ricevuto l’incasso).

In tal caso, anche se il professionista (ma la stessa cosa vale anche per le cessioni di beni) decidesse di “emettere” la fattura elettronica via SDI non entro le ore 24 del giorno dell’operazione (caso tipico della fattura immediata) bensì in uno dei successivi 10 giorni, la data del documento dovrà sempre essere valorizzata con la data dell’operazione (in questo caso con la data dell’incasso)  e i 10 giorni citati potranno essere sfruttati per la trasmissione del file della fattura elettronica al Sistema di Interscambio.

Riepilogando con un esempio, il professionista che ha incassato il corrispettivo della sua prestazione in data 28/09/2019, la fattura “immediata” che lo documenta potrà essere:

Possibilità di comportamento con la fattura immediata
emessa (ossia generata e inviata allo SdI) il medesimo giorno, così che “data dell’operazione” e “data di emissione” coincidano ed il campo “Data” della sezione “Dati Generali” sia compilato con lo stesso valore (28 settembre 2019);
generata il giorno dell’operazione e trasmessa allo SdI entro i 10 giorni successivi (in ipotesi l’8 ottobre 2019), valorizzando la data della fattura (campo “Data” della sezione “Dati Generali” del file) sempre con la data dell’operazione (in ipotesi il 28 settembre 2019);
generata e inviata allo SdI in uno qualsiasi dei giorni intercorrenti tra l’operazione (28 settembre 2019) e il termine ultimo di emissione (8 ottobre 2019), valorizzando la data della fattura (campo “Data” della sezione “Dati Generali” del file) sempre con la data dell’operazione (28 settembre 2019).

Fattura elettronica differita del professionista

Diversamente, se hai emesso e trasmesso al cliente una nota proforma, potrai emettere la fattura indicando come data quella dell’incasso e trasmettere allo SDI la stessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui è avvenuto l’incasso. Resta inteso che in tal caso nel corpo della fattura dovrà essere indicato il riferimento alla nota proforma emessa).

A tal proposito, mentre per quanto concerne le cessioni di beni, nel file XML sono presenti campi per la valorizzazione dei dati relativi ai documenti di trasporto, non lo stesso può dirsi per le prestazioni di servizi.

In tale caso, le informazioni relative alla nota proforma emessa, potranno tranquillamente  essere contenute nel campo “Causale” o nel campo “Altri dati gestionali” (in maniera analoga alla soluzione che si utilizza per l’indicazione dei dati nella fattura elettronica della dichiarazioni d’intento).

Data della fattura Termine di trasmissione allo SDI
Fattura immediata Devi indicare la data in cui l’operazione si considera effettuata e cioè la data dell’incasso. Devi trasmetterla al sistema SDI entro 10 giorni dalla data in cui l’operazione si considera effettuata.
Fattura differita Devi indicare la data di incasso della nota proforma Devi trasmetterla al sistema SDI entro i 15 giorni successivi al mese in cui è avvenuto l’incasso.

Volendo esemplificare, qualora per tre incassi ricevuti dallo stesso cliente in data 2, 10 e 28 settembre 2019, avendo preventivamente consegnato allo stesso le relative note proforma, si voglia emettere un’unica fattura differita, si potrà generare ed inviare la stessa allo SdI in uno qualsiasi dei giorni intercorrenti tra il 1° ed il 15 ottobre 2019, valorizzando la data della fattura (campo “Data” della sezione “Dati Generali” del file) con la data dell’ultima operazione (28 settembre 2019).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *