Fatturazione elettronica adesione al servizio consultazione Agenzia Entrate entro il 31 ottobre

L’Agenzia delle entrate mette a disposizione il servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici, accessibile previa adesione al servizio, da effettuarsi mediante apposita funzionalità resa disponibile nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle entrate a decorrere dal 1° luglio 2019.

In presenza di adesione effettuata da almeno una delle parti – cedente/prestatore o cessionario/committente – l’Agenzia delle entrate memorizza i dati dei file delle fatture elettroniche e li rende disponibili in consultazione esclusivamente al soggetto che ha effettuato l’adesione.

In assenza di adesione effettuata da almeno una delle parti – cedente/prestatore o cessionario/committente – l’Agenzia delle entrate, dopo l’avvenuto recapito della fattura al destinatario, cancella i dati dei file delle fatture elettroniche e memorizza esclusivamente i dati fattura.

In pratica tale funzionalità, consente all’utente, di avere sempre a disposizione nella propria area riservata del sito web dell’Agenzia delle entrate i file XML delle fatture elettroniche inviate e ricevute dal contribuente stesso.

Sotto il profilo procedimentale, si ricorda che l’Agenzia delle entrate memorizza i dati dei file delle fatture elettroniche soltanto in presenza dell’adesione al servizio di almeno uno tra il cessionario/committente e il cedente/prestatore. In particolare, tali dati sono resi disponibili in consultazione esclusivamente al soggetto che ha effettuato l’adesione.

Il contribuente che, invece, non abbia aderito al citato servizio può consultare e scaricare il file xml della fattura elettronica soltanto fino all’avvenuto recapito della stessa, in quanto, una volta consegnata la fattura, l’Agenzia conserverà esclusivamente soltanto pochi dati fiscalmente rilevanti relativi alla fattura, fino al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di riferimento.

In definitiva, in caso di mancata adesione al servizio di consultazione, sia da parte del cedente che del cessionario, l’Agenzia delle entrate, successivamente all’avvenuto recapito della fattura al destinatario, cancella i dati dei file delle fatture elettroniche.

Periodo transitorio (1°gennaio 2019 al 31 ottobre 2019)

Si segnala che fino al 31/10/2019 l’Agenzia delle Entrate, con un provvedimento di natura temporanea ha provveduto alla memorizzazione dei file delle fatture elettroniche, e che successivamente a tale data continuerà a farlo a favore del contribuente esclusivamente su adesione a tale servizio dello stesso.

Rimane ferma la possibilità per tutti contribuenti di aderire al servizio di consultazione e acquisizione anche dopo il 31 ottobre 2019, tuttavia, la tardiva adesione comporterà la possibilità di consultare i dati completi delle fatture soltanto per quelle transitate tramite il Sistema di Interscambio a decorrere dalla data di adesione al servizio stesso.

Le fatture memorizzate dall’Agenzia delle entrate durante il periodo transitorio, infatti, in caso di mancata adesione al servizio di consultazione e acquisizione, saranno cancellate dall’area del sito dell’Agenzia riservata ai contribuenti entro il 31 dicembre 2019.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *